Con l’approvazione del DDL 2233-B il senato ha dato il suo placet all’avvio delle reti di professionisti. Una prospettiva nuova per il lavoro autonomo.

Le reti di imprese sono una realtà legislativamente riconosciuta, anche se poco applicata rispetto al potenziale italiano. E su questo tante organizzazioni hanno iniziato a lavorare per portare il concetto di rete nella mente degli imprenditori italiani. Insieme a questo concetto però Assoreti PMI (l’associazione italiana dei manager di rete) stava lavorando con l’allora Governo Renzi per far diventare realtà anche il concetto delle reti di professionisti. Con la caduta di quel governo (e con i venti di elezioni anticipate) sembravano arenarsi le speranze per il mondo della microimprenditoria di potersi unire in rete, riconosciuti in modo unanime sotto un unico nome e lavorando insieme. Ed invece ieri contro ogni previsione, nell’approvazione al senato del c.d. “Jobs Act Autonomi” è stato approvato anche l’art 12, che cita testualmente al comma 3 che

3. Al fine di consentire la partecipazione ai bandi e concorrere all’assegnazione di incarichi e appalti privati, è riconosciuta ai soggetti che svolgono attività professionale, a prescindere dalla forma giuridica rivestita, la possibilità:

  • a) di costituire reti di esercenti la professione e consentire agli stessi di partecipare alle reti di imprese, in forma di reti miste, di cui all’articolo 3, commi 4-ter e seguenti, del decreto-legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009, n. 33, con accesso alle relative provvidenze in materia;
  • b) di costituire consorzi stabili professionali;
  • c) di costituire associazioni temporanee professionali, secondo la disciplina prevista dall’articolo 48 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, in quanto compatibile.

Tra le altre cose, questo cambiamento è finalizzato a mettere le attività libero professionali nelle condizioni di poter partecipare per la propria competenza agli appalti pubblici tramite reti di professionisti, appunto.

Insomma, una vera novità da poter studiare e da cui può partire una vera rivoluzione “dai piccoli” che per natura hanno bisogno di altri per poter acquisire massa e forza di fronte ad un mercato sempre più esigente.

Hai un progetto e vorresti realizzarlo con una rete di impresa? O vuoi semplicemente maggiori informazioni su questo strumento?

CONTATTACI! Le migliori opportunità nascono sempre da un’idea, e sarebbe un peccato far morire la tua!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare questi codici HTML e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>